La Cittß Carmona

La cittÓ di Carmona si trova a soli 30 kilometri da Siviglia ed Ŕ situata sul punto pi¨ alto de los Alcores, da dove domina la vasta pianura (la cosiddetta Vega del Corbˇnes).

La fertilitÓ della zona e la facilitÓ nel difendere la cima su cui sorge la cittÓ, fecero di Carmona uno dei centri abitati pi¨ famosi di tutti i tempi.

Le sue origini risalgono al Neolitico: sono infatti state scoperte zone archeologiche dellĺepoca preistorica.

CittÓ iberica-uno dei suoi reucci partecip˛ attivamente nella seconda guerra punica (218-202 a.C.) - fu fortemente romanizzata, fino ad avere il privilegio di coniare monete.

Carmona era attraversata dalla Via Augusta, usata e conosciuta nel Medioevo con il nome di El Arrecife, della quale si conservano alcuni resti tra cui un ponte di origine romana. La cittÓ moderna riproduce, con leggere differenze, il piano urbanistico romano.

Questo periodo fu, senza dubbio, uno dei pi¨ brillanti nella storia di Carmona. Le tracce sono percepibili ancora oggi. Le due porte prinicipali della muraglia (dette di Siviglia e di Cordoba) sono di fattura romana. Tuttavia il monumento romano pi¨ notevole, unico nel suo genere, Ŕ la Necropoli.

Carmona conserv˛ la sua importanza durante l'epoca musulmana. Addirittura fu, durante i primi regni di Taifa, fu capitale di uno di questi. Nel 1247 si arrese a Ferdinando III il Santo, che la ripopol˛ e le concesse un proprio fuero (diritti locali). Suo figlio, Alfonso XIII il Saggio, realizz˛ la divisione e la delimitazione dei suoi confini municipali.

Durante il regno di Pietro il Crudele, Carmona fu la cittÓ prediletta dal sovrano. L'Alcazar della Porta di Marchena, ingrandito, fu una delle sue dimore preferite. E in esso si rifugiarono i suoi figli, difesi da don MartÝn Lˇpez de Cˇrdoba, gran maestro di Alcantara e Calatrava, dopo la violenta morte del re a Montiel. Durante i regni di Giovanni II ed Enrico IV, Carmona fu lo scenario della rivalitÓ fra le casate nobiliari dei Ponce de Leˇn e dei Guzmßn.

La partecipazione di Carmona alla guerra di Granada fu degna di nota, come si Ŕ potuto constatare attraverso l'abbondante documentazione conservata nell'archivio municipale.

Nell'anno 1630 Filippo IV concesse a Carmona il titolo di cittÓ. In epoca pi¨ recente (1869) la nostra cittÓ fu teatro di uno dei primi tentativi di instaurare la Repubblica Federale.





Copyright - Aviso Legal - Privacidad
Turismo Carmona